Separazione: assegnazione casa coniugale (Cass. n. 7621/2016)

Casa assegnata dal Comune all’ex coniuge e poi concessa alla moglie come abitazione coniugale in sede di separazione, a seguito dell’affidamento della figlia minore che divenuta maggiorenne è andata a vivere altrove.
La donna perde la casa perché non vi sono i presupposti per consentirle di «continuare a godere dell’immobile», originariamente attribuito all’ex coniuge
. (Avv. Valeria Cianciolo)

Sentenza integrale

Torna su